"frammenti"

installazione presso depuratore di milano nosedo in occasione del 2° festival internazionale dei depuratori

a cura di arte da mangiare mangiare arte

installazione “frammenti”  …  e l’anima s’inonda di luce e colori…

 

 

Scarti di vetro destinati al riciclaggio sono stati recuperati. Dipingendoli; utilizzando la vecchia arte della pittura su vetro, utilizzando pigmenti e poi cuocendoli a forno, i pezzi di vetro gettati hanno così assunto una nuova dignità e sono stati nuovamente inseriti in un ciclo vitale.

La sovrapposizione dei frammenti è generata dal pensiero che tutti noi siamo stratificazione d’idee, pensieri, ricordi, immagini, suoni, incontri che generano la nostra personale stratigrafia.

L’installazione di frammenti in un solo pannello è stata guidata dalla logica che ogni essere, ogni cosa è Frammento di un Tutto che ci lega.

I due pannelli, sono posti in maniera tale da determinare un perimetro; un’abside al centro della quale si trova un cumulo di sassi alla  cui sommità è posto un sasso che ricorda le sembianze di un teschio;  memento mori.

Il cumulo di sassi che svolge la funzione di freccia direzionale, indica sia un invito allo spettatore a entrare in questa zona di riflessione, sia una volta entrato ed aver sostato, ad uscire portando con sé un nuovo messaggio.

Questi Frammenti dipinti portano nelle nuove “cattedrali”, così come avveniva nelle cattedrali gotiche, un attuale e improcrastinabile messaggio di riutilizzo, rinascita e di ottimismo.

Frammenti
Frammenti
Frammenti
Frammenti
Frammenti